martedì 26 aprile 2016

Scienziati USA confermano i timori russi di un nuovo Pianeta, e avvertono che presto interesserà la Terra

US scientists confirm Russian fears of a new planet, and warn that soon will affect the Earth
Американские ученые подтверждают российские опасения новой планеты, и предупреждают, что в ближайшее время будет влиять на Землю
美國科學家確認新行星的俄羅斯的擔憂,並警告說,很快就會影響地球
अमेरिकी वैज्ञानिकों ने एक नए ग्रह की खोज आशंका की पुष्टि, और चेतावनी दी है कि जल्द ही पृथ्वी को प्रभावित करेगा


Una nuova appendice aggiunta alla massiccia relazione della Aerospace Defence Forces (ADF ) relativa al misterioso nuovo pianeta confermato di essere il più esterno del nostro sistema solare, dice che uno scienziato americano ha confermato molte delle sue conclusioni e ha inoltre dichiarato che la nostra Terra è ora sotto minaccia diretta da questo corpo celeste e che potrebbe iniziare a danneggiare la nostra Terra da questo mese .

Come avevamo precedentemente riportato (Misterioso pianeta espulso da buco nero al centro della galassia potrebbe prossimamente collidere con la Terra ), l’ADF è  sempre più “allarmato ” per la minaccia che questo misterioso nuovo pianeta pone alla Terra dal momento in cui è stato scoperto dalla National Aeronautics and Space Administration (NASA ) nel 2005 e dalla conferma finale della sua esistenza a gennaio dagli scienziati del California Institute of Technology ( Caltech).
Ai timori della Russia su questo misterioso pianeta si aggiungono le informazioni segrete della NASA su  esso fornite alle autorità della Federazione dall’esperto di computer  Lloyd Albrightdella NASA (nel 1999) e dall’astronauta degli Stati Uniti e della Marina Capitano Lisa Nowak (nel 2007) Albright  aveva così paura che si nascose in una grotta e la Nowak ha detto ai suoi intervistatori russi ” non dirò a nessuno la verità ” e ” non ho mai creduto nella Bibbia, ma ora lo devo “
La nuova appendice aggiunta oggi, a questo rapporto, viene da Daniel Whitmire , PhD, professore emerito di Fisica presso l’Università della Louisiana, in un articolo scientifico scritto per dell’Università di Oxford Monthly Notices della Royal Astronomical Society sostiene che questo misterioso pianeta, chiamato anticamente dai sumeri Nibiru , è “arrivato vicino ​​al nostro collo di boschi” ( [è la cintura di kuiper?]), e  la distruzione causata dal suo ” inganno gravitazionale ” si terrà questo mese , come ha fatto numerose volte prima, ogni volta che passava vicino alla terra.
Medico-scienziato Whitmire e il suo collega, John Matese, ha prima pubblicato la ricerca sulla connessione tra questo pianeta misterioso e le estinzioni di massa sulla Terra sulla rivista Nature nel 1985 , continua il rapporto, e che, nel gennaio scorso, i ricercatori del Caltech hanno stimato la sua dimensione come è di circa 10 volte la massa della Terra .
Tuttavia, questo rapporto fa notare, anche che entrambi, il medico-scienziato Whitmire (1) e i ricercatori del Caltech ricercatori, dicano sia un fatto che questo misterioso nuovo pianeta ora esista nel nostro sistema solare, ma, non sono d’accordo sulla sua attuale orbita .
Scienziati ADF nella loro relazione però fanno notare che la “ meccanica orbitale ” di questo misterioso pianeta sono da considerare poi il ” caos causato elettromagneticamente ” che rappresenterà nel nostro sistema solare, e sulla Terra, dicono, potrebbe essere manifestato da violenti terremoti in aumento, massicce esplosioni vulcaniche, e disastri naturali causati da cambiamenti  al nostro Sole (aumento / diminuzione delle macchie solari), per non parlare delle centinaia, se non migliaia, di asteroidi che potrebbero  impattare sulla Terra.
Importante notare, conclude il rapporto in appendice, è che a differenza degli scienziati occidentali che aderiscono alla teoria gravitazionale non dimostrata del nostro universo, gli scienziati russi l’attribuiscono alla teoria elettrica (3) creando tra questi due corpi di esperti un ” divario incompatibile ” di conoscenza che non può essere colmato.

Aprile 10, 2016 © UE e USA Tutti i diritti riservati. Il permesso di utilizzare questo rapporto nella sua interezza è concesso a condizione sia citata la fonte originale  WhatDoesItMean.Com. Contenuti freebase sotto licenza CC-BY e GFDL .
Note di SD
1) Whitmire è convinto che un pianeta lontano causi estinzioni di massa sulla Terra e potrebbe farlo di nuovo
2) PROVE DI UN GIGANTESCO PIANETA  lontano nel sistema solare

Konstantin Batygin 1 e Michael E. Brown 1
Pubblicato 20 Gennaio 2016 • © 2016. L’American Astronomical Society. Tutti i diritti riservati. Astronomical Journal ,Volume 151 , Number 2
Esporta citazione e abstract BibTeX RIS
abstract
Analisi recenti hanno dimostrato che le orbite lontane all’interno della popolazione disco diffuso della mostra Cintura di Kuiper un raggruppamento inaspettato nei loro rispettivi argomenti del perielio. Mentre diverse ipotesi sono state avanzate per spiegare questo allineamento, ad oggi, un modello teorico in grado di rappresentare con successo per le osservazioni resta sfuggente. In questo lavoro abbiamo dimostrato che le orbite di oggetti distanti Kuiper Belt (KBOs) non si raggruppano solo argomento del perielio, ma anche nello spazio fisico. Abbiamo dimostrato che le posizioni perielio e piani orbitali degli oggetti sono strettamente limitate e che tale raggruppamento ha solo una probabilità di 0,007% sia dovuto al caso, richiedendo così un’origine dinamica. Troviamo che l’allineamento orbitale osservata può essere mantenuto da un pianeta eccentrica distante con massa 10 m ⊕ cui orbita giace in circa sullo stesso piano di quelle dei KBOs lontane, ma il cui perielio è 180 ° dalle perieli dei corpi minori. Oltre alla contabilità per l’allineamento orbitale osservato, l’esistenza di tale pianeta spiega naturalmente la presenza di oggetti ad alta perihelion Sedna simili, così come la raccolta noto di alte oggetti semiasse con inclinazioni tra 60 ° e 150 ° la cui origine prima era poco chiaro. Analisi continua di entrambi gli esterni oggetti del sistema solare lontani e fortemente inclinati offre l’opportunità per testare la nostra ipotesi, nonché limitando ulteriormente gli elementi orbitali e la massa del pianeta lontano
3) Teoria dell’Universo Elettrico
La teoria dell’Universo Elettrico sostiene che l’elettricità ha un ruolo più importante dell’universo, che è generalmente accettato (vedi anche ” energia elettrica in tutto l’Universo“).
Come teoria, offre spiegazioni dei vari fenomeni naturali e astrofisici, alcuni dei quali crediti sono meglio compresi, senza la necessità di varie spiegazioni  ad hoc. Come con qualsiasi teoria, l’universo elettrico fa previsioni che sono stati testati, ed è pubblicato in entrambi i documenti  peer-reviewed e libri popolari.
La teoria dell’Universo Elettrico è interdisciplinare, integrando e sostenendo soggetti diversi come la scienza (astronomia, geologia, fisica), con le scienze morbide come la storia antica e la mitologia comparata.
Forse non a caso, l’Universo Elettrico è diventato anche il bersaglio di pseudo-scettici, le cui critiche consistevano di argumentum ad hominem , incomprensioni, false dichiarazioni, e l’etichettatura come pseudoscienza .
Tratto da SaDefenza

martedì 12 aprile 2016

Ecco svelato chi siamo veramente!

Here is revealed who we really are!
Здесь раскрывается, кто мы есть на самом деле!
这里透露我们真正是谁!
यहाँ से पता चला है जो हम वास्तव में कर रहे हैं!


Se mai vi siete chiesti chi siamo veramente, potreste arrivare a comprenderlo attraverso l’illuminazione, o più semplicemente c’è la possibilità di farcelo spiegare da una persona che lo ha sperimentato direttamente.

Quasi tutti avete sentito parlare almeno una volta dello stato di grazia che si raggiungerebbe se si potesse entrare in uno stato di illuminazione. Il buddhismo chiama questo stato Nirvana, e corrisponde alla piena realizzazione del proprio essere, con la conseguente estinzione o dissoluzione di ogni desiderio terreno, avendo raggiunto la piena consapevolezza della propria immensità e congiunzione con l’Uno.
Vi sarete allora anche chiesti come ci si potrebbe sentire in questo stato, e come vivrebbe la propria realtà un essere risvegliato.
Ebbene, una dottoressa americana di nome Jill Bolte Taylor ha avuto proprio un’esperienza del genere. L’ha avuta in seguito ad un ictus nella parte sinistra del cervello, che le ha quindi inibito le funzioni di questo emisfero.

I due emisferi, la nostra dualità

Come tutti sapete, il cervello umano è diviso in due emisferi fisicamente separati, e collegati solo da un ponte di fibre nervose noto come corpo calloso. I due emisferi hanno funzioni del tutto diverse.

L’emisfero destro è la sede della nostra creatività, intuito, fantasia, delle percezioni sensoriali, ecc. mentre l’emisfero sinistro è la sede della razionalità, dei calcoli, della catalogazione, ecc.
Per fare un esempio, quando vediamo un albero, lo percepiamo prima con l’emisfero destro, percependone forma, colore, estensione, ecc. per poi attribuirgli il nome ‘albero’ attraverso l’emisfero sinistro, che lo raffronta con tutti i modelli di albero già memorizzati, al fine di inquadrarlo razionalmente all’interno di una categoria ben definita.

L’emisfero destro è anche la porta attraverso la quale riusciamo a connetterci con gli strati superiori dell’essere, e ricevere quindi una moltitudine di informazioni che sono al di fuori dello spazio e del tempo. Le intuizioni arrivano proprio da questo emisfero.
Il problema è che l’emisfero sinistro applica a tutte queste informazioni un filtro, al fine di scartare tutto ciò che non è catalogabile all’interno di qualcosa di conosciuto. Il nostro cervello riceve miliardi di informazioni al secondo, ma solo una piccolissima parte arriva alla nostra coscienza, a causa proprio del filtro operato dall’emisfero sinistro.

Potremmo affermare, semplificando, che l’emisfero destro è l’antenna che capta tutto ciò che esiste all’interno del mondo reale, lungo tutti i piani dell’esistenza, mentre il sinistro è il filtro che seleziona tutte queste informazioni al fine di scartare quelle che non hanno un significato razionale per noi.

Cosa accade se il filtro viene disattivato

La dottoressa Taylor, che ironia della sorte di mestiere fa la neuropsichiatra, la mattina del 10 Dicembre 1996 subisce un itcus nell’emisfero sinistro, con conseguente perdita di alcune funzionalità proprie di questa parte del cervello.
Prima di continuare, vi consiglio di guardare la straordinaria testimonianza della dottoressa (selezionate i sottotitoli in italiano tramite la tendina in basso a destra nel riquadro del video):


Una testimonianza davvero eccezionale. Rileggiamo alcune delle frasi pronunciate nel video:
…non riuscivo a identificare la posizione del mio corpo nello spazio e mi sentivo enorme in espansione, come un genio appena liberato dalla bottiglia.
E il mio spirito si librava libero come una grande balena che scivola attraverso il mare dell’euforia silenziosa.
Nirvana, ho trovato il Nirvana. E ricordo di aver pensato “non riuscirò mai a comprimere l’enormità del mio essere all’interno di questo minuscolo corpicino”.
Ecco cosa si prova quando si realizza il nostro vero essere. La dottoressa aveva la netta sensazione di volteggiare nello spazio, e cosa davvero stupefacente è il fatto che si percepiva davvero enorme, tant’è che non riusciva a comprendere come il proprio essere potesse essere contenuto all’interno del suo minuscolo corpo.
In un’altra parte del video dice ad un certo punto che non riusciva più a capire quali fossero i confini del suo corpo, sentendosi tutt’uno con le pareti della stanza in cui si trovava.

Una volta sciolti i vincoli, ecco che tutto il nostro Essere viene alla luce, non più ristretto all’interno della deformazione operata dal filtro della razionalità. Ricordate cosa ho scritto molte volte in questo blog: non siamo nè il nostro corpo, nè la nostra mente. Siamo in realtà esseri immensi, grandi quanto l’intero Universo. Anzi, siamo noi a contenere l’Universo, e non viceversa.
La dottoressa ha avuto un’esperienza incredibile che le ha fatto toccare con mano questa verità. Per concludere, quindi, chi siamo veramente? Facciamocelo dire dalle toccanti parole della dottoressa Taylor:
Dunque chi siamo? Siamo la potenza della forza vitale dell’universo, dotati di destrezza manuale e di due menti cognitive. E abbiamo il potere di scegliere, momento per momento, chi e come vogliamo essere nel mondo. Proprio qui, proprio ora, posso entrare nella coscienza del mio emisfero destro, dove siamo. Io sono la potenza della forza vitale dell’universo. Io sono la potenza della forza vitale dei 50 trilioni di bellissimi geni molecolari che compongono la mia persona, in sintonia con tutto il resto.

Fonte:  http://www.campoquantico.it/wordpress/chi-siamo-veramente/

giovedì 7 aprile 2016

Ecco gli alimenti che puliscono vene e arterie !!!

Here are foods that cleanse the veins and arteries !!!
Вот продукты, которые очищают вены и артерии !!!
下面是净化静脉和动脉的食物!


Esistono determinati alimenti che con il passare del tempo possono ostruire le arterie, causando problemi alla circolazione e malattie cardiovascolari che possono portare alla morte. Dall’altro lato però ci sono anche alimenti che favoriscono la pulizia delle arterie e delle vene e che, includendoli nella dieta, possono aiutare a prevenire un gran numero di malattie.
Secondo gli studi, l’aterosclerosi è una delle malattie che causa più morti ogni anno in tutto il mondo. Questa malattia è un problema piuttosto complesso che implica autoimmunità, infezioni e incompatibilità. Tuttavia, oltre all’aterosclerosi, quando le vene e le arterie si ostruiscono, si tende anche a soffrire di ipertensione e malattie cardiache.
Tenendo in conto l’importanza di una corretta alimentazione per prevenire tutte queste malattie, a seguire vi presentiamo i 10 alimenti migliori per pulire le arterie e le vene.

Aglio

È il numero uno degli alimenti per favorire la pulizia arteriosa poiché possiede proprietà antiossidanti molto potenti che hanno la capacità di combattere i radicali liberi del corpo, oltre ad aiutare a diminuire i livelli di colesterolo cattivo e ad aumentare quelli di colesterolo buono. Questo favoloso alimento migliora il flusso sanguigno e aiuta a combattere l’ipertensione.

Avena

Questo alimento è particolarmente indicato a inizio giornata visto che oltre a favorire una buona digestione apporta anche energia per le attività quotidiane. Tra i grandi benefici del consumare avena, c’è il suo potere di ridurre la capacità del colesterolo di aderire alle pareti delle arterie, evitando così lo sviluppo di aterosclerosi e di problemi cardiaci.

Mela

Le mele contengono una sostanza chiamata pectina, una fibra che si unisce al colesterolo, secondo quanto spiegato da Liz Applegate, dottoranda membro della facoltà e direttrice della nutrizione sportiva dell’Università della California a Davis. Le mele, inoltre, contengono flavonoidi che potrebbero far sì che il rischio di soffrire di un problema al cuore si riduca fino al 50%.

Pesce

Il pesce grasso è una ricca fonte di acidi grassi omega 3, denominati “grassi buoni”, di cui l’organismo ha bisogno per funzionare correttamente e per liberare le arterie. Tra i pesci consigliati troviamo: salmone, sgombro, tonno, trota, aringa e sardina.

Curcuma

Uno dei principi attivi della curcuma, chiamato curcumina, ha dato dei buoni risultati come cardioprotettore. Studi hanno potuto stabilire che grazie a questo la curcuma può evitare i danni alle arterie collegati all’ostruzione.

Spinaci

Questo ortaggio a foglia verde è ricco di vitamine A e C che, secondo quanto scoperto, possono prevenire l’ossidazione del colesterolo e problemi come l’arteriosclerosi.

Frutta secca

Anche la frutta secca è un buon alleato per evitare l’ostruzione delle arterie e per stimolarne la pulizia. Questa meravigliosa proprietà è dovuta al contenuto di grassi monoinsaturi e di acidi omega 3, il segreto per la salute arteriosa. Tra i tipi di frutta secca consigliati troviamo: nocciole, mandorle, noci pecan e arachidi.

Olio d’oliva

L’olio extra vergine d’oliva possiede molte proprietà per la salute e tra queste include la capacità di prevenire le malattie cardiache. Questo alimento è un grasso monoinsaturo che ha minori probabilità di ossidarsi, evitando quindi che il colesterolo ossidato aderisca alle pareti delle arterie.

Pomodoro

I pomodori rappresentano una sostanziosa fonte di licopene, antiossidante che evita che il colesterolo cattivo aderisca alle pareti arteriose. Da quanto riportato da diverse ricerche, il consumo giornaliero di pomodoro riduce significativamente il rischio di formazioni di placche nelle arterie.

Succo di melograno

È scientificamente provato che il succo di melograno contiene maggiori livelli di antiossidanti rispetto ad altri succhi come quello di more, mirtilli o arancia. Grazie a questa proprietà, il succo di melograno si è dimostrato molto efficace nel trattamento della aterosclerosi, malattia che provoca danni alle arterie, durante uno studio condotto su cavie.
 (Fonte)

DUE UOVA AL GIORNO? Ecco cosa succede al tuo organismo!

Two eggs a day? That's what happens to your body!
Два яйца в день? Это то, что происходит с вашим телом!
每天两个鸡蛋?这就是发生在你身上!


Le uova sono un’economica fonte proteica che per anni è stata a torto additata come la causa di tutte le nefandezze più terribili per la salute.
In realtà non solo si scopre che non interferiscono con l’aumento del colesterolo (ne genera molto di più un pacchettino di cracker), ma per il loro ottimo contenuto di proteine bilanciano perfettamente il rapporto con i carboidrati che troppo spesso sono in eccesso, e grazie al tuorlo, apportano una buona quantità di Vitamina D3.
Un articolo appena apparso sul British Medical Journal sancisce, attraverso una metaanalisi molto ben documentata che nel soggetto sano l’assunzione di un uovo al giorno non provoca alcun aumento di patologia cardiovascolare.
Inoltre evidenzia che nel soggetto gravemente diabetico l’aumento del consumo di uova porta forse ad un lieve incremento della malattia coronarica ma ad una netta riduzione dei fenomeni di emorragia cerebrale (Rong Y et al, BMJ. 2013 Jan 7;346:e8539. doi: 10.1136/bmj.e8539).
Insomma, sembra che le uova stiano andando verso una assoluzione totale. Noi suggeriamo serenamente l’utilizzo di un numero anche più elevato di uova al giorno, proprio perché ci rendiamo conto che la parziale cecità del mondo accademico è quella che per anni ha posto come concessione estrema il limite di due uova alla settimana, verificando oggi la totale inesattezza di quanto indicato.
.
Tra i numerosi studi effettuati sulle uova, è stato dimostrato che mangiare uno o due uova al giorno oltre a non rappresentare nessun rischio nell’aumento delle malattie cardiovascolari, ed a possedere un nutriente essenziale per il funzionamento cardiovascolare e cerebrale chiamato colina, aiutano a metabolizzare e ridurre l’omocisteina. Questo rappresenta un grande beneficio, perché elevati livelli di omocisteina sono associati ad un aumento delle malattie cardiovascolari.
Nonostante tutte queste affermazioni, scientificamente supportate e verificate, vi sono ancora persone che sono riluttanti nel credere ai benefici che si possono ottenere mangiando uova e che continuano a pensare che sia dannoso per la salute rifiutando con fermezza di includerle nella propria dieta.
Un solo uovo apporta 80 calorie, contiene proteine, colina, ferro e zinco; la maggior parte di questi nutrienti si trova nel tuorlo.
Le proteine contenute nell’uovo sono importantissime, poiché apportano gli amminoacidi necessari per il nostro organismo. Un solo uovo apporta circa sei grammi di proteine; tra le funzioni più importanti delle proteine ricordiamo quelle di contribuire a formare il tessuto muscolare, di essere un componente essenziale di tutte le cellule, di essere parte vitale del sistema immunitario, di trasportare sostanze nel sangue e, inoltre, di fare parte di alcuni enzimi, ormoni e neurotrasmettitori.
Nel tuorlo si trovano anche due nutrienti chiamati luteina e zeaxantina che appartengono alla famiglia dei carotenoidi. Si tratta di antiossidanti che aiutano a prevenire danni alla vista relazionati con l’età, come la degenerazione maculare.
Il consumo di uova da parte delle donne incinte o che stanno allattando è molto importante, poiché grazie al loro contenuto di colina favoriscono lo sviluppo del sistema nervoso del feto e aiutano a prevenire problemi alla nascita.
Un uovo completo apporta 125 milligrammi di colina; una donna incita ha bisogno di 450 milligrammi di colina al giorno e una madre in fase di allattamento di 550 milligrammi.
Le uova possono rimanere fresche in frigorifero per circa cinque settimane. Se volete sapere se le uova che consumate sono fresche, dovete semplicemente immergerle in un bicchiere d’acqua e se galleggiano vuol dire che non sono fresche oppure se le rompete e il tuorlo rimane al centro, invece, sono fresche.
È scientificamente dimostrato, quindi, che l’uovo è altamente salutare e non danneggia per nulla la nostra salute, dato che non aumenta il livello del colesterolo.Gli esperti, inoltre, affermano che si possono mangiare due uova al giorno, tutti i giorni.
È necessario consumare uova ogni giorno, soprattutto al mattino.

Fonte: http://viverepiusani.it/benefici-che-si-ottengono-mangiando-uova/